Sanità lombarda: continuiamo a investire su tecnologie ed edilizia sanitaria

Come Regione Lombardia abbiamo finanziato nuovi interventi per accrescere ancora la qualità della nostra sanità, con tecnologie di altissimo livello e ristrutturazioni delle strutture.

In totale per le ASST (ex ospedali) e le ATS (ex Asl) lombarde abbiamo stanziato più di 100 milioni di euro, di cui quasi 32 milioni di euro per la Grande Milano.

Sono particolarmente orgoglioso, perché tra i fondi stanziati c’è il risultato concreto delle mie proposte nel Bilancio Regionale.

Mi sono impegnato per diversi progetti rilevanti per i cittadini e strategici per la crescita delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali (Asst) in un contesto sempre più di livello europeo.

Grazie a questi fondi, si potranno realizzare tanti piccoli investimenti tecnologici, il che significa PIÙ EFFICIENZA E MENO SPRECHI.

I Poliambulatori di Milano, ad esempio, sono una realtà unica in Italia per la vicinanza al territorio. Per migliorare l’efficacia e l’efficienza tecnologica (OBIETTIVO: ABBATTERE LE LISTE D’ATTESA) abbiamo stanziato quasi 708 mila euro.

E poi investimenti per una nuova TAC al Niguarda, per la manutenzione straordinaria dell’Asst Melegnano e della Martesana, per l’Istituto Nazionale dei Tumori, per il Besta…

Uno dei risultati che mi sta più a cuore è la ristrutturazione della terapia intensiva neonatale della Macedonio Melloni (STANZIATI OLTRE 2 MILIONI DI EURO) per rispondere ai bisogni di mamme e bambini. Oggi la terapia intensiva neonatale del presidio ospedaliero Macedonio Melloni, infatti, è situata nei locali della ex Provincia di Milano. Ristrutturando un piano dell’edificio principale del presidio, si integra la terapia intensiva neonatale con la neonatologia.

Ecco i principali interventi finanziati per cui mi sono impegnato:

Per conoscere tutti gli investimenti straordinari in Sanità nelle Aziende della Grande Milano, clicca qui e scarica il pdf.

2 thoughts on “Sanità lombarda: continuiamo a investire su tecnologie ed edilizia sanitaria

  1. Sergio Rho novembre 21, 2018 at 9:05 am - Reply

    Bravo Fabio tiene però presente che per la sanità lombarda per quanto efficiente c’è comunque ancora tanto da fare soprattutto per quanto riguarda il rapporto fra dottori e pazienti ancora troppo freddo (esperienza personale)

  2. Bruno.Vincenzo novembre 21, 2018 at 10:28 am - Reply

    Grazie Fabio per l’impegno nei tuoi interventi.ma per quando riguarda.la tua promessa per l’edilizia popolare.riquardanto gli ultrà 70 anni.ancora niente.dacci un Po di respiro.ciao.Tienimi informato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *