Deroghe euro 3 diesel: in Regione Lombardia vince il buon senso

In Giunta Regionale abbiamo approvato nuove disposizioni sulla circolazione dei veicoli euro 3 diesel. Migliorare la qualità dell’aria è fondamentale e le alluvioni di questi giorni testimoniano come i cambiamenti climatici non siano una bufala. Non si devono, tuttavia, penalizzare i cittadini più in difficoltà e soprattutto gli anziani che magari prendono l’auto tre volte all’anno…

Le nuove deroghe che entrano in vigore subito e si applicano temporaneamente, ossia durante la stagione invernale 2018/2019, fino al 31 marzo 2019.

Chi potrà continuare a circolare con il proprio veicolo euro 3?

  • Chi ha un ISEE inferiore a 14.000 euro, se non possiede un altro veicolo non soggetto a limitazioni;
  • Le persone con più di 70 anni, sempre se non possiedono un altro veicolo non soggetto a limitazioni;
  • Chi possiede autoveicoli per il soccorso stradale, autospazzaneve, autoambulanze e altri trasporti specifici come previsto dell’articolo 54 del Codice della Strada;
  • Chi è in attesa di consegna di un nuovo veicolo non sottoposto alle limitazioni regionali alla circolazione vigenti, purché possano dimostrarlo;
  • Le associazioni o società sportive iscritte a federazioni affiliate al CONI o altre federazioni riconosciute ufficialmente, o veicoli privati utilizzati da iscritti alle stesse con dichiarazione del presidente indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato e quelli utilizzati da arbitri o direttori di gara o cronometristi con dichiarazione del presidente della rispettiva federazione indicante luogo e orario della manifestazione sportiva nella quale l’iscritto è direttamente impegnato.

Le procedure di applicazione dei livelli di attivazione e disattivazione delle misure temporanee di primo e secondo livello (quelle che scattano dopo 5 giorni consecutivi in presenza di valori superiori ai 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili) devono, inoltre, tenere conto di eventuali previsioni meteorologiche non univoche e convergenti, sulla base degli scenari di qualità dell’aria previsti.

Il controllo dei dati rilevati dalle stazioni avverrà quotidianamente, a partire dal 1° dicembre 2018, senza aspettare il lunedì o il giovedì per l’eventuale eliminazione dei blocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *