Emergenza casa: più aiuti per 30mila famiglie lombarde in difficoltà

Aiutare chi è realmente in difficoltà e punire i “furbetti”: è da sempre questo il mio impegno per combattere l’emergenza casa.

Vanno in questa direzione 3 provvedimenti che abbiamo approvato in Giunta regionale, con uno stanziamento straordinario pari a 38,2 milioni di euro, di cui potranno beneficiare circa 30 mila famiglie lombarde.

Di cosa si tratta?

  1. CONTRIBUTO REGIONALE SOLIDARIETÀ = 25 milioni di euro
    È un sostegno economico per ridurre il debito che i cittadini che vivono nelle case popolari – Aler e comunali – hanno contratto in modo “incolpevole”, ossia quando realmente non sono riusciti a pagare gli affitti perché non avevano le possibilità economiche. Grazie a questi fondi, chi gestisce le case popolari avrà più risorse per le manutenzioni e le ristrutturazioni delle case. Nessuno sconto, al contrario, per i furbetti, che hanno la possibilità di pagare, ma non lo fanno!
    .
  2. FONDO DI MOROSITÀINCOLPEVOLE = 9,3 milioni di euro
    Il contributo è finalizzato ad aiutare chi non può pagare l’affitto da privato (libero mercato) a causa della perdita o della consistente riduzione del reddito familiare. L’obiettivo è rimuovere le situazioni di sfratto in corso. I fondi sono stati distribuiti agli 87 comuni Lombardi ad alta tensione abitativa. Sarannogli stessi Comuni ad erogare il contributo, che può essere al massimo di 12.000 euro a famiglia.
    .
  3. EMERGENZA ABITATIVA = 3,9 milioni di euro
    L’intervento è rivolto direttamente alle famiglie lombarde in condizione di difficoltà economica. A seconda delle criticità, potranno essere assegnati contributi dai 1.500 euro ai 5.000 euro a famiglia e sono destinati a prevenire gli sfratti.

Prossimo traguardo: affitto gratis per 3 anni per chi ha più di 70 anni, vive nelle case popolari e paga regolarmente l’affitto… Al lavoro per realizzarlo!

4 thoughts on “Emergenza casa: più aiuti per 30mila famiglie lombarde in difficoltà

  1. Manuela Marina ottobre 11, 2018 at 7:10 am - Reply

    Bravissimo, ma ti dimentichi di chi non c’è la fa a pagare il mutuo perché non ha lavoro e rischia di perdere tutto quello che aveva investito continuando a ingrassare le banche.Senza aiuto si finirà sotto il ponte .
    Grazie Cordialmente
    Manuela Marina

  2. Agata ottobre 11, 2018 at 8:00 am - Reply

    Ottimo lavoro Fabio,sarebbe bello ricevere l’aiuto o reddito cittadinanza ..Io mi trovo in difficoltà serie non ho un lavoro, mi sono fratturata lavambraccio sinistro in casa e non riceverò nemmeno il premio di assicurazione allora mi domando perché pago Sto premio ogni anno. ..Quando mi sono recata al CAV della mia zona , mi è stato rifiutato rei e tutto per cui …. Intanto le bollette e tutto lo devi pagare nonostante isee a zero. Mi auguro ti trovare un lavoro e non avere mai bisogno di elemosina di nessuno Buon lavoro caro Fabio

  3. Erika diglio ottobre 11, 2018 at 8:31 am - Reply

    Buongiorno ho chiesto un cambio alloggio aler da 4 anni x avvicinamento a mia madre disabile al 100 % e ancora Sn qui a consegnare documenti su documenti purtroppo sono agevolati gli stranieri e noi sempre ultimi.
    Sono delusa e indignata.
    Le regole vanno seguite ma a volte non serve a niente.

  4. Bruno vincenzo ottobre 12, 2018 at 1:46 pm - Reply

    Vai avanti così dacci una mano.cosi per 3 anni possiamo respireare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *