Ora creiamo il nuovo Ospedale Sacco: APPROVATA la mia proposta. L’area Expo dà l’impulso per un piano straordinario

Con l’assestamento al bilancio regionale è stata approvata la mia proposta, cioè un piano straordinarioper la riqualificazione dell’Ospedale Sacco.

Nell’area Expo sorgerà il nuovo IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, con un importante investimento del privato.

Che ne sarà del Sacco, che dista solo poche centinaia di metri?

Perché il Sacco, eccellenza sanitaria pubblica storica per Milano, continui a essere competitivo, è necessario creare un nuovo Sacco, ristrutturandolo, dotandolo di strumentazioni tecnologicamente avanzate, assumendo più medici e infermieri.

Ecco i numeri del Sacco oggi

L’Ospedale Sacco ha un bacino d’utenza di circa 345.000 persone. Annualmente i ricoveri in regime ordinario sono circa 17.000, mentre le prestazioni ambulatoriali si aggirano attorno ai 2 milioni.

Il Pronto Soccorso accoglie ogni anno circa 51.000 pazienti e vengono effettuati circa 8.500 interventi. Il Sacco ha 507 posti letto per ricoveri ordinari, 20 posti letto cure subacute, 31 posti letto per day hospital e day surgery e 16 sale operatorie.

Una grande struttura, su cui oggi però gravano i problemi legati all’età dell’edificio.È fermo agli anni ’30, tutti i fabbricati hanno mantenuto le stesse caratteristiche strutturali e storico-architettoniche degli edifici originali.

Da qui, la mia proposta. APPROVATA!

Clicca qui per scaricare l’ordine del giorno.

In più, anche l’Ospedale di Rho sarà dotato degli strumenti necessari per competere con il nuovo ospedale.

Con l’approvazione dell’ordine del giorno abbiamo dato un segnale forte per il mantenimento del binomio pubblico-privato in un’ottica di complementarietà e competitività.

Bene gli investimenti privati, ma dobbiamo dare alla sanità pubblica gli stessi strumenti per competere. Ecco perché oggi è una grande giornata per la sanità pubblica in Lombardia.

Per saperne di più, guarda il video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *