Sanità, un nuovo ospedale in Arexpo: ora un aiuto al Sacco

La prima operazione di vendita all’interno dell’area che ha ospitato l’Esposizione Universale 2015 si è conclusa positivamente con l’acquisto del terreno di 50.000 mq, in prossimità di Cascina Triulza, su cui sorgerà il nuovo ospedale Galeazzi. Investimento privato circa 200 milioni di euro.

Il progetto del nuovo polo ospedaliero privato riunirà in un’unica struttura l’IRCCS Galeazzi e l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio.

Il nuovo Galeazzi sarà un ospedale universitario, di ricerca e insegnamento, che unirà l’eccellenza nell’ambito ortopedico a quella nell’area cardio-toraco-vascolare. Il nuovo edificio si svilupperà verticalmente: 16 i piani previsti, su una superficie di 20.000 mq. Ci saranno 338 camere di degenza, 589 posti letto, 35 sale operatorie e 140 ambulatori. Si prevede un’affluenza di oltre 9.000 persone al giorno. L’avvio del cantiere è previsto entro l’estate.

L’investimento del privato per una struttura ospedaliera d’avanguardia deve essere uno stimolo per riqualificare il Sacco.

Nelle vicinanze del nuovo polo ospedaliero è presente l’Ospedale Luigi Sacco.

La sua struttura risale al 1931. Ha 507 posti letto per ricoveri ordinari, 20 posti letto cure subacute, 31 posti letto per day hospital e day surgery, 16 sale operatorie.

Per competere con il nuovo ospedale, 2 azioni concrete per il Sacco:

  • Riqualificazione straordinaria della struttura
  • Assunzioni del personale sanitario (bloccate dal precedente Governo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: