Affitto scontato e nuove case per aiutare i genitori separati: stanziati 6 milioni di euro!

Nessuno deve essere lasciato indietro: in Regione Lombardia conosciamo i reali bisogni dei cittadini e continuiamo a lavorare per aiutare le persone in difficoltà.

A Milano, secondo i dati Istat, ci sono quasi 50.000 coppie separate con figli, che devono far fronte a una situazione economica difficile.

Per questo abbiamo stanziato più di 6 milioni di euro per i genitori separati divisi su due bandi: il primo riguarda le ristrutturazioni degli alloggi, per assegnare più case ai genitori separati in difficoltà (stanziati circa 1,4 milioni di euro), il secondo prevede uno stanziamento di circa 4,6 milioni di euro, direttamente per i genitori a pagare l’affitto.

Sei interessato? Ecco i bandi nel dettaglio:

BANDO N. 1

Il primo bando è rivolto a enti pubblici e del terzo settore ed è gestito dalle ATS (ex Asl). Alla città metropolitana di Milano è dedicato più del 34% delle risorse, ossia quasi 500 mila euro. Qual è il vincolo per accedere al contributo? Quando l’alloggio sarà ristrutturato dovrà essere destinato a genitori separati in difficoltà.

BANDO N. 2

Questo bando si rivolge direttamente ai cittadini, genitori separati con un figlio nato o adottato nel corso del matrimonio, residenti in Lombardia da almeno 5 anni. Per accedere al bando, inoltre, si dovrà avere un Isee sotto i 20 mila euro.

Cosa prevede l’agevolazione?

Un contributo economico pari al 30% dell’ammontare del canone annuo di affitto per un anno e fino a due anni per il genitore separato in condizione di grave marginalità sociale. In ogni caso il contributo sarà:

  • Fino a 3 mila euro per affitti a prezzo di mercato
  • Fino a 2 mila euro per affitti a canone calmierato o concordato.

Quando apre il bando?

Si possono presentare le domande dal 5 giugno 2018 fino al 30 giugno 2019. Importante: il bando è a esaurimento fondi: presenta subito la domanda!

Come partecipare?

La domanda deve essere presentata da parte del genitore on line sul sito www.siage.regione.lombardia.it.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: