Parte il piano di sviluppo strategico dell’area Expo: proiettiamoci verso il futuro!

Da poco più di un mese il Presidente Fontana mi ha scelto come Sottosegretario a rigenerazione e sviluppo area Expo. È un progetto a cui credo molto e oggi abbiamo fatto un primo passo importante.

Abbiamo dato il via libera per la presentazione ai Comuni della proposta di piano urbanistico attuativo di valorizzazione delle aree.

Obiettivo del piano è la creazione di un Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione, in altre parole la realizzazione di MIND.

Il valore generale del piano è superiore ai 2 miliardi di euro, di questi circa 600 milioni saranno per i servizi di interesse pubblico e generale, più di 104 milioni di euro per l’housing sociale e 55 milioni di euro per le nuove opere da realizzare.

TRE FUNZIONI PUBBLICHE/DI INTERESSE PUBBLICO: centrali nel progetto sono lo Human Technopole, l’IRCCS Galeazzi e il campus dell’Università Statale di Milano.

Lo Human Technopole sarà un grande centro di ricerca multidisciplinare, focalizzato sulle scienze della vita, dove entro il 2024 lavoreranno 1.500 persone.

Il campus dell’Università Statale di Milano accoglierà gli oltre 18.000 studenti dei dipartimenti scientifici. Ci saranno spazi per la didattica, laboratori e infrastrutture dedicate, come impianti sportivi e auditorium.

Bene anche l’investimento del privato per una struttura ospedaliera d’avanguardia (il nuovo Galeazzi). Ora un piano straordinario d’investimenti per la sanità pubblica!

SPAZI VERDI E COMMON GROUND: ci sarà un grande parco tematico di circa 460 mila metri quadri. Spettacolare sarà il grande parco urbano lineare che si svilupperà per 1,5 km lungo il Decumano. Il piano terra degli edifici sarà, inoltre, comune e aperto, per diventare un luogo di aggregazione fruibile da tutti.

MOBILITÀ INNOVATIVA: gli elementi chiave saranno, per le connessioni interne, il passaggio verso la mobilità ‘driverless’, senza autista, e per le connessioni esterne, il rafforzamento del trasporto pubblico locale anche attraverso un nuovo utilizzo delle passerelle e la previsione di una nuova stazione del passante ferroviario. Si prevedono in media 125mila spostamenti al giorno collegati all’area Expo.

HOUSING SOCIALE: grande attenzione sarà dedicata al tema della casa, per rispondere in particolare alle necessità degli studenti, dei giovani ricercatori e dei lavoratori”.

Con Regione Lombardia siamo protagonisti nello sviluppo futuro delle aree che hanno ospitato Expo 2015. Andiamo avanti insieme!

Guarda il video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: